Rivista Denude

01.png

La Rivista Denude è un una pubblicazione stampata indipendentemente, per donne oneste, intelligenti e riflessive. Con un stile moderno e minimalista, conversazioni autentiche con la donna di oggi, sottolineando alcuni prodotti molto apprezzati. Vi presento la visione di Denude sulla donna atemporale e quello che ha da dire.

Come cominciò la Rivista Denude?

La rivista Denude cominciò dalla mia credenza che i media e il giornalismo di moda non stavano servendo ad un particolare segmento dell’industria che aspettavo vedere in una rivista di moda. Volevo vedere pezzi relazionati ed interviste con marche e donne delle quali non sapessi niente, designer di moda che fossero belle ed autentiche pensatrici, preoccupate ed oneste. Il talento nelle riviste era determinato dai seguaci nei social. La Rivista Denude comincia come una tranquilla alternativa a ciò, lontano da qualunque cosa che fosse "Cool o Nuovo" - Io non credo nel desiderio eccessivo per il successo, credo nel talento e nelle donne che creano perché è quello che amano fare, è quello che credono ed é la forma in cui vogliono dirlo al mondo. Mi sembra che sia la cosa migliore per l'industria della moda. Mi piace la Considerazione.

Avete un'agenda o routine quando create gli articoli o lavorate sempre nella rivista?

Non condividiamo articoli o testi on-line, la quale è una decisione cosciente. Molte riviste hanno contenuti infiniti on-line, ma per noi non è necessario. Noi non abbiamo il bisogno costante di comprare vestiti o articoli per goderci la moda - che è quello che le riviste principali (sponsorizzate dagli annunci) ci dicono e ci vendono. Pertanto, La Rivista Denude adotta l’ approccio che, quando le idee sono completamente formate (che lo è stato dai suoi inizi, un'edizione all'anno) la rivista si farà. Denude é sempre nella mia mente -Come posso migliorare la rivista, come rendere il prossimo numero il migliore e come incorporare tutte le donne incredibili e le idee in 250 pagine.

Quali sono i messaggi o le idee che volete comunicare ai lettori della rivista?

Denude comunica inizialmente un messaggio di "Slow Fashion", facendo emergere le donne che hanno da comunicare messaggi unici e considerabili dentro l'industria. Il messaggio che vogliamo dare alla nostra udienza è che la moda può essere una parte gradevole della nostra vita e che non dovremmo sentire la necessità di comprare una quantità innumerabile di vestiti, perché danneggia l'ecosistema, non è necessario comprare di più per essere eleganti. Aggiungere poco a poco all'armadio, considerando quello che compriamo e quello che significa, è molto importante per noi - vogliamo far si che la gente pensi-. Chiediamo ai leader dell'industria, designer emergenti ed artisti sul perché creano i loro lavori e cosa vogliono che le donne sentano quando usano i loro vestiti e pezzi e perfino quello che vogliono che le donne sentano quando guardano il loro lavoro. Voglio che Denude comunichi al suo lettore che essere considerato è bellissimo e che imparare su quello che circonda la moda è importante. Informiamo i lettori sul lavoro dietro le quinte che le donne stanno creando. Comunichiamo che l'intelligenza è Sexy -cosa che ha un' enorme importanza per noi -. La donna Denude è forte, riflessiva e senza compromessi. Vogliamo che si sentano se stesse e che crescano con Denude.

Se la Rivista Denude potesse descrivere la donna in 6 parole…

Considerata, intelligente, bella, onesta, sottile e sexy.

Che concetti ti hanno influenzato ultimamente?

Molte cose, ma per il seguente numero di Denude stiamo cercando:

 

Molte, molte cose. A livello concettuale, gli aromi mi ispirano - quello che significano per noi, come evocano i più bei ricordi e c'aiutano a creare ricordi che si allineano coi nostri sensi in un momento determinato. A questo livello, ho anche trovato il processo di trasformarci in qualcosa di diverso a quello che stiamo inspirando, sfidandoci a creare, diventare ed esplorare una parte differente di noi stesse, già sia attraverso tentare un nuovo sguardo o realizzando quello che siamo destinate ad essere, facendo e scoprendo con chi dobbiamo circondarci. Tutto questo è relazionato con l'originalità, trasformandoci in ciò che dobbiamo essere e facendo ciò che siamo nati per fare.

 

In un senso più letterale, il colori beige e marrone mi hanno influito. Come i vestiti vintage dell'epoca del 1980, il lavoro di Ellsworth Kelly e Judy McKie. Ho visto anche i fabbricanti di gioielli, antichi e moderni, particolarmente di anelli con sigillo e le sue forme. Il concetto del nuovo romanticismo e la sensualità francese anche mi ispira, sto guardando l'ondata delle nuove ragazze francesi, che stanno ridefinendo quello che significa essere sexy. Questa sensualità mi ispira – quella sensualità che si riduce.

 

Sono anche una romantica, quindi l'amore mi ispira sempre -vedere le coppie moderne comunicarsi, vedere come un'altra persona può influenzare il modo in cui ci vestiamo e la persona che diventiamo. Mi interessa la interazione umana, e l’importanza che ha nella vita di ogni giorno.

Un profumo preferito? (In questo momento o ogni tanto)

Diptyque di Oud Palao, Fleur de Chine di Tom Ford, così come l'odorato di rose fresche in acqua.

Cos'è essenziale per una sessione di fotografie?

Scarpe Vintage! Particolarmente, scarpe vintage francesi.

Quali sono alcuni degli elementi chiave che dovremmo usare questa stagione?

Elementi chiave:

 

Maglietta di Hiver 87 di A.P.C.

Una giacca grigia retta - Sandro fa le giacche più fantastiche.

Sandali Vintage dei 90s di Gucci o un paio di tacchi vintage in oro o verde.

Levi's 501 jeans, taglio giusto al di sopra della caviglia.

Un braccialetto d’oro da uomo di Darwin, persino migliore se te lo presta il fidanzato.

Anelli di sigillo - uno in ogni mano.

Una cintura Hermès classico o una cintura nera e dorata.

Vestito d'epoca tre quarti di lungo, in un stile seduttore

Un body di Bodysuit di Barcellona.

Una giacca bomber di Isabel Marant, per i giorni che rilassati.

Un Paio in blu e bianco di Realisation.

Che possiamo sperare di vedere in Denude in un futuro vicino o lontano?

Denude in questo momento sta cercando lavori a tempo indeterminato, come é sempre stato. Principalmente il lavoro che stiamo considerando per il prossimo numero funziona con linee pulite e modelli semplici. Attualmente sono affascinata per le donne che vedo in Internet o intorno a me, che creano le proprie carriere basandosi nel piacere e nel benessere. Con questi due argomenti in mente, il nostro prossimo numero sarà molto speciale, poiché sarà lanciato in un momento in cui saremo disposte a mettere in atto l'idea che la raffinatezza uguaglia il gusto. Il prossimo numero é sofisticato e sarà un'edizione realizzata in un momento in cui Denude sarà molto solida.

 

Il nostro prossimo numero uscirà il prossimo anno, ma sarà più che un'edizione, è per ciò che ci metteremo un po’di più. Nel futuro, continuerò a stare con Denude e spero che lo stia anche con le altre donne che la leggono. Denude significa tirare fuori qualcosa di innecesario dalla sua scatola, possessi o beni, pertanto nel futuro tenteremo di decifrare che stilo sarà, in quel stesso momento del tempo.

 

Grazie Laurie per l'incantevole intervista!

T

 

 

Nevia Pavletic

Nevia Pavletic è un’artista visuale, fotografa, e, in generale, una bella persona proveniente dalla Croazia. Qui vi presento i processi, le decisioni e l'amore di Nevia ...

 

 

Parlaci un po’ della tua storia.

Sono un’ artista autodidatta, e ho iniziata a fare arte un paio di anni fa (settembre 2015). A quel tempo, mi ero appena laureata (antropologia culturale), ed era molto insicura e in ansia per il mio futuro. Anche se mi piaceva l'antropologia come disciplina, nel mio cuore sapevo che l'arte era la strada che avrei preso, senza dare troppa importanza alle insicurezze provocate da questo pensiero.

La decisione di perseguire l'arte si sentiva così naturale. Quasi come se non avessi altra scelta. Ogni osso e cellula del mio corpo mi incoraggiava a creare. Ho passato l'anno successivo immersa nell'arte. Passavo ore a sperimentare tecniche e stili fino a quando ho sentito che avevo trovato il mio linguaggio artistico. Appena ho iniziato a condividere i miei lavori su Instagram, lentamente ho cominciato a ricevere richieste da collezionisti e altri artisti che erano interessati a collaborare. Essendo un’artista autodidatta, senza alcuna connessione con l'industria, questa attenzione è stata molto incoraggiante, gratificante e mi ha aiutata ad ottenere la fiducia in me stessa come artista.
 

 

 

Cosa ti ha guidato all’ arte?

Ci sono molte forze che mi hanno spinto a seguire l'arte. In parte, penso che ero alla ricerca di trovare un modo per esprimere le emozioni e i sentimenti che non potevo esprimere con il linguaggio. Ho sempre avuto la sensazione di vivere e soprattutto di vedere il mondo in maniera diversa dai miei coetanei, e l'arte mi ha aiutata a coltivare queste parti interiori che avevo sempre ignorato nel processo di rimanere impigliata nelle aspettative del mondo sociale contemporaneo. L'arte per me é diventato un modo di comunicazione col mondo intorno a me e sentirmi intimamente in contatto con l'esperienza dell'essere umano.

 

Inoltre, sono immensamente attratta dalla bellezza, l'estetica e i bei disegni. Creare e godere di bellissimi oggetti porta una grande gioia, soddisfazione e uno scopo alla mia vita. Sono sempre alla ricerca di momenti e cose belle, anche se sto lavorando, ascoltando una canzone o esplorando la vita quotidiana con la mia videocamera.

 

Qual’ è il tuo processo creativo e come comincia?

 

Il mio processo creativo è molto intuitivo. Non faccio ne piani ne schizzi delle mie idee. Comincio con un’ emozione o sentimento -di solito entrambe- che sono stati dentro di me da tempo. Ultimamente, cerco di esprimere la sensazione di fragilità, dal momento che sono stata molto consapevole di come la vita è fragile e innocente. Questa osservazione mi rende triste, ma allo stesso tempo mi da motivazione e ispirazione per sentire amore e felicità per tutto quello che mi circonda. I miei disegni comunicano questi sentimenti ed emozioni astrattamente coi colori, le linee e le forme.

 

 

C'è qualche tipo di materiale che tende ad essere essenziale per le tue creazioni?

Hai notato che questi materiali si evolvono con il tuo arte? e se è così, alcuno di questi significa qualcosa per te?

 

Un buon foglio è essenziale nel mio lavoro. Amo i fogli che hanno una leggera sensazione di durezza, quelli che sono organici e unici. Sono particolarmente a favore della carta artigianale, perché ogni pezzo è unico e ha variazioni molto interessanti nel colore (ad es., giallo brillante, rosso e blu) invece dei soliti toni terra di cui ero abituata. Non sono sicura di poter dare un significato a questo cambio di paletta, ma sì che qualche significato apparira prima o poi,

(Finisci la frase) Per quanto riguarda il colore, la paletta è ...

 

Armonica, da sogno e organica.

Parlaci dei tuoi viaggi e come ti hanno influenzato.

 

Torno al mio paese (Croazia) ogni estate, e negli ultimi anni, i viaggi mi hanno fatto pensare più profondamente sulla morte e il passo del tempo. Ogni volta che torno al mio paese, posso vedere como i miei nonni sono invecchiati, e come luoghi che una volta erano familiari, cambiano lentamente. Di solito rimango nel appartamento dei miei nonni, che si trova vicino all'ospedale, dove sono nata. E 'un'esperienza molto strana; la giustapposizione di vita e di morte provoca molta ansia dentro di me, perché mi ricorda la mia propria mortalità e la transitorietà della materia. Gli anni sembrano passare più veloce, in modo tale che ogni estate quando torno a casa, sono ancora più consapevole di quanto il tempo abbia lasciato il segno nei luoghi e nelle persone che amo. Quest’ansia che sento per la morte, è una lotta personale durissima, ma mi ha anche ispirato come artista. Il corso del tempo, i cicli della vita e della morte e il mistero dell'esistenza sono temi centrali nel mio lavoro

Che tipo di narrativa ti piace di raccontare attraverso l’arte?

 

Attraverso l’ arte, spero di comunicare la ricchezza del mio mondo interiore che altrimenti sarebbe impossibile da comunicare usando metodi tradizionali.. Penso che la maggior parte dell'arte abbia questo scopo. Dà allo spettatore un'esperienza più profonda sulla soggettività delle esperienze dell'artista. L'arte comunica le parti più intime e private di noi stessi. Dal mio punto di vista, è il modo più sincero e meticoloso di indagare sulla condizione umana. L'arte, dopo tutto, è autobiografica.

Dove possiamo trovare i tuoi lavori nei prossimi mesi?

 

Adesso sono in procinto di consegnare le mie opere ad una galleria, di cui potrò dare i dettagli nei prossimi mesi. Spero che questa opportunità introduca le mie opere ad un pubblico più vasto e apra altre porte per ulteriori opportunità di collaborazioni nel futuro.

 

Infine, sarebbe bello se potessi mettere insieme una playlist ispirata a dove la tua vita si ritrova adesso.

 

1)        Althea and Donna - Uptown Top Ranking

2)        Claude Debussy – Clair de Lune

3)        Cat Stevens – Moon Shadow

4)        Buena Vista Social Club – Chan Chan

5)        Jasna Zlokic – Skitnica

6)        The Gladiators – Chatty Chatty Mouth

7)       The Beatles – Let it Be

8)        Pedro Infante – Las mañanitas

9)        Manu Chao – Bong Bong

 

 

 

 

 

 

biancheria intima “negative”

Screen Shot 2017-06-22 at 10.51.40 pm.png

Residenti a New York, le disegnatrici e socie, Marissa e Lauren, hanno dato a me e a varie altre, la possibilità di vivere l'esperienza del reggiseno senza stress. Mando il mio amore a queste donne che hanno cambiato il modo in cui mi sento dal mattino alla sera, senza restrizioni ne scomodità “riacomodi del mio reggiseno”, un nuovo modo di darci un po’ d’amore e supporto.

Qui ci sentiamo incredibile nella propia pelle, senza guarnizioni ne riempimenti inutili. - Marissa & Lauren

Ti prego raccontarci la tua storia.

 

Lauren e io ci siamo conosciuti al primo anno a UPenn-siamo diventati subito amiche, senza dubbio in parte a causa del nostro comune amore per la moda. Credo che entrambe consideriamo lo stile personale come una oportunità per l’autoespressione creativa. La moda è travolgente -ha la capacità di transformare, di costruire fiducia e creare presenza, di comunicare senza parole. È qualcosa che sentivamo fin da piccole.

La biancheria intima, d'altronde, non è mai stata una passione particolare per nessuna di noi, questo è il punto. Per due ragazze che amavano la moda e pensavano sempre a cosa indossare fuori, ci siamo rese conto che non avevamo mai pensato a cosa indossare sotto. Negative nasce dal desiderio di costruire qualcosa che ci avrebbe reso orgogliose di indossare sotto - vogliamo dare alle donne un motivo per preoccuparsi per la sua biancheria intima! - Marissa

Cosa vi porta a cominciare la biancheria intima Negative?

 

Volevamo fare qualcosa alla moda che risolvesse un problema reale aggiungendo un po’ diconfusione ad un’industriagià affollata. Per noi, quello spazio vuoto era la biancheria intima. Come abbiamo visto, la biancheria intima era una categoria trascurata con una base di consumatori insoddisfatti, disperatamente alla ricerca di un'alternativa. Abbiamo pensato che potevamo fare meglio, facendo qualcosa di diverso.

Negative è stato un progetto di molti anni di preparazione. Lauren e io stavamo lavorando a tempo pieno in altri settori quando abbiamo deciso di fare un cambiamento e cominciare una carriera nella moda. Abbiamo iniziato con i corsi serali presso FIT, ed è cresciuto organicamente da questo punto. Marissa

Qual’ è la donna que indossa NU?

 

È più una mentalità che demografia – una persona forte, indipendente e focalizzata sul disegno, che sappia quello che vuole e che non abbia tempo per i guai. - Marissa

Quali sono alcune influenze che avete dimostrato nella vostra collezione recente?

 

Siamo state molto fortunate di promuovere una rete di supporto per donne incredibili - da Miley Cyrus a Alexa Chung a Cleo Wade a Hannah Bronfman - abbiamo visto umilmente le donne che ammiriamo scegliere Negative come parte del loro guardaroba di tutti i giorni. - Marissa

Quali sono alcune delle cose che avete bisogno intorno a voi durante il disegno?

 

L'ispirazione, partendo dai tessuti ai materiali!

Gran parte del nostro percorso nel disegno si basa sui prodotti tessili. I nostri disegni sono volutamente minimalisti, quindi i dettagli importano molto - ci preoccupiamo per ogni elastico e ogni spilla, la nostra marca rappresenta spalline per evitare segni e prurito. Siamo diventati ossessionati con questi dettagli.

Quando si tratta di tessuti, siamo sempre alla ricerca di materiali che si sentano impeccabili sulla pelle. (Il comfort e la funzionalità sono molto importanti quando si tratta di biancheria intima!) E ottenere qualcosa di speciale: un bordo stilizzato per distinguersi da un mare di altre marche di lingerie con fronzoli, non è così semplice renderli poco noiosi, noioso. Amiamo una buona stampa tono su tono che si senta attraente, ma non comune. Odiamo tutto ciò che è attesissimo. Marissa

Raccontatemi qual’è il suo posto preferito nello studio.

 

Quando abbiamo lavorato al Soho, avevamo delle finestre grandi e meravigliose da angolo, di fronte alle strade Broome + Greene, dove si poteva guardare giù ed osservare la movimentata vita che si trascorre nel Soho - sempre una boccata d'aria fresca quando avevo bisogno di un momento per ricominciare. Ti ricorda il motivo per cui vivere a New Yorkè così speciale. Marissa.

Hai un programma o una routine quando vai a lavorare?

 

Quasi l'opposto di un programma o di routine! Hahaha - siamo ancora una piccola squadra"che veste molti cappelli" ogni giorno è diverso dall’altro. Marissa

Screen Shot 2017-06-22 at 10.51.40 pm.png

Qualcosa di essenziale in una sessione di fotografia?

 

Un vaporizzatore portatile, lozione per il corpo / olio, biancheria intima usa e getta, un abito che scalda - gli studi sono sempre freddi! - Marissa

Cosa cerchi per il futuro?

 

Continuare a costruire quest’imperio di biancheria intima - sia in termini di crescita del nostro pubblico, ma anche la nostra squadra. Marissa

 

grace wethor.

Attrice e modella con sede a L.A., Grace Wethor ci dà una vista importante del suo processo. Esprime le sue devozioni semplici nella e della vita. Un vero e proprio dare e ricevere energia positiva, una vecchia anima ottimista.

Lei è Grace

Raccontaci la tua storia, prego

Sono una ragazza del Midwest. Mia madre è da South Dakota e sono cresciuta in Minnesota. Ho fatto le elementari e le medie a Minnesota e poi mi sono trasferita a L.A. quando aveva 13 anni.

Cosa ti ha spinto ad essere una modella?

Quando avevo 13, mi è stato diagnosticato un tumore glioma nel midollo spinale. Non esiste un trattamento standard per quel tipo di tumori, così ho deciso di andare ad approcci più naturali. Mi preoccuppo davvero di mangiare sano, i trattamenti olistici e seguire i miei sogni. Dopo la diagnosi, ho cominciato a seguire la mia carriera.

 

Vedi il suo Discorso Ted qui sotto

Screen Shot 2017-06-14 at 6.22.03 PM.png

Fai qualche programma o routine quando vai a lavorare?

Quando si va in una sessione fotografica o una giornata di filming non si sa mai cosa aspettarsi. Un giorno potrebbe essere all'interno di uno sfondo bianco e il prossimo potrebbe essere sulla parte superiore di un edificio con un clima di -20 gradi. Ma una cosa devo sempre fare: è andare a scuola perché sono minorenne. In modo che quello tende ad essere la cosa più vicina a una routine.

Se ci fosse una piazza, angolo, ristorante (qualsiasi luogo in generale) dove potresti passare ore, dove sarebbe?

 

C'è un piccolo bar naturista a Minneapolis chiamato Tao Foods. Tutto il cibo è così buono e hanno molte decorazioni interessanti nel negozio. Mi piace andarci, comprare un succo verde e rilassarmi.

Che ti ispira ultimamente?

Mi sono innamorata del mio quartiere. Vivo a Beverly Hills, a due isolati da Rodeo Drive. Spesso mi capita di camminare, guardando l'architettura e i negozi. Mi piace vivere vicino ai negozi per vedere gli outfit delle persone; Invece di vederle online.

Cosa ami di più dell’industria della moda?

 


Sicuramente, il fatto che ognuno può esprimersi nel modo che preferisce. Puoi indossare quello che vuoi e creare ciò che desideri. Inoltre, tutti sono così creativi e mi piace stare con persone così.

unnamed-3.jpg

Qual è il ricordo più preziato di quando hai lavorato per Chloe?

La sessione per Chloé faceva parte di un progetto per Teen Vogue X Parsons e fu ripreso nel mezzo di Times Square. Ero molto a disagio perché c'erano un sacco di persone che guardavano. Abbiamo anche fatto, in mezzo alla strada, degli scatti e siamo stati quasi investiti da un sacco di taxi. E 'stato pazzesco!

Cosa aspetti dal futuro?

Credo che 2017 sarà un grande anno. Ho molte cose interessanti su cui lavorare e non vedo l'ora di vedere gli avvenimenti di quest’anno e condividere tutto quello che sto facendo!

 
 

renee phillips

Renee Phillips, una artista visiva basata a New York ci parla della conversazione tra l'uomo e la natura. Una meditazione con un tocco urbano. Morbido e indipendente. Renee Philipps, unica e incomparabile.

Hai un programma o una routine quando vai a studiare o lavorare?

Mi piace avere la flessibilità di cambiare la mia giornata in base a quello che sto lavorando, ma ho alcune pratiche quotidiane che sono importanti per mantenere fresca l’ispirazione. Credo molto nell’importanza di fare una consapevole passeggiata mattutina e recentemente ho sentito che Snoop Dog anche fa delle passeggiate per l'ispirazione! Vivo e lavoro a Chelsea, così cammino al fiume Hudson, solo di essere presente con l'ambiente. A volte faccio qualche foto o scrivo alcuni pensieri in un giornale; Attraverso il movimento, la mia mente è aperta a nuove idee e ispirazione. Poi vado allo studio d’ arte con nuovi concetti e comincio a lavorare con il colore e la forma. La base della mia pratica inizia nella scelta dei colori, molto spesso ispirata da combinazioni viste nel mondo naturale dai miei viaggi nelle strade di New York.

Cosa ti ispira?
Il passare del tempo mi intriga. Quando lavoro nel mio studio, faccio in modo che il lavoro sia rivelato col passare del tempo, mentre penso all'idea che il tempo sia solo un'illusione. L’ambiente mi ispira in molti aspetti. La natura ei suoi cicli evolutivi di nascita, il decadimento e cambiamento, il degrado urbano e la trasformazione. La città è in uno stato di costante evoluzione con strati applicati dall'uomo ed eliminati dalla natura, rivelando una singola conversazione di decadimento e rinascita.
Ti prego di raccontarci quali tecniche utilizzi nel tuo lavoro
 
Sono una grande fan del concetto di alchimia, l'antenato medioevale della chimica moderna, come il mio approccio si basa in gran parte nella ricerca sulle proprietà dei materiali nel mio studio. Manipolare l’acrilico con acqua e alcool, applicare lo smalto su una superficie bagnata, creare fogli con sostanze chimiche, utilizzare il calore per alterare la composizione del materiale, queste sono solo alcune delle pratiche che uso nel mio lavoro. Ogni pezzo ha tra dieci e cinquanta strati. Costruisco e rimuovo molti strati di queste tecniche alchemiche per rivelare il passo del tempo, l’energia e il processo, e attrarre lo spettatore in una conversazione su come il pezzo è stato fatto. La domanada preferita per me da qualsiasi spettatore è "ma come hai fatto?"
Puoi mostrarci il posto preferito del tuo studio?
La mia postazione di lavoro è il mio posto preferito in studio. È'dove mescolo i coloriedove ho gli strumenti per il mio lavoro artistico. Dal momento che il mio processo può essere caotico, mi piace avere una superficie pulita e ordinata.

Ti prego di raccontarci la scena artistica a Chelsea. Tra i giovani artisti, direi che c'è un forte senso di sostegno e di comunità?

La scena artistica a Chelsea è una delle principali arterie del mondo dell'arte, e ospita alcune delle gallerie più prestigiose del mondo. Quasi ogni giovedi in primavera e autunno, si seguono le feste notturne d’apertura ed é tutta una scena! Artisti e amanti dell'arte vengono a vedere l'ultima di arte e si mescolano con altri creativi. Detto questo, lavorando in Chelsea si tende ad essere più tradizionali, mentre il Lower East Side e Brooklyn sono più artisti emergenti. Ho partecipato ad una residenza presso la School of Visual Arts di New York a pochi anni fa e ho fatto alcuni amici meravigliosi nel mondo dell'arte che sono diventati la mia tribù, per così dire. È molto importantecostruire una comunità di colleghi artisti, non solo per l'amicizia, ma anche per l'ispirazione, la conversazione, la critica e la collaborazione. Non importa dove si crea, vi consiglio di costruire la vostra comunità di colleghi artisti - lavorariamo e viviamo ovunque.

Cosa ti dà fastidio nel mondo in questo momento? E quali sono le cose che ti rendono felice?
 
Viviamo in un ambiente volatile, pieno di false realtà, la discriminazione e l'odio - questo è quello che mi preoccupa. Tuttavia, questo ambiente ha acceso la passione e la forza per garantire che le nostre voci siano ascoltate. L'arte è uno strumento potente in questo campo.
Dove vedi il tuo lavoro nei prossimi mesi?
 
Da poco ho iniziato una nuova serie ispirata da momenti di transizione. Sto usando tecniche alchimiche imparate, vernice spray, smalto e polimeri per congelare i momenti nel tempo del processo di creazione. Sto utilizzando una tavolozza di colori cangianti che riflettono tempi più contemplativi, giustapposti con colori brillanti e vivaci che ti scuotono con energia.
 

 

paloma wool

 

  

La disegnatrice e artista da Barcelona, Paloma Woll, ci dà i suoi pensieri sul processo di innovazione. Un artista che mostra il corpo umano nella sua vera forma con un punto di vista astratto, ma semplicistico. L'unica, Paloma Woll.

  

 
 

Cosa ti porta a cominciare Paloma Woll Store?

 

I miei genitori hanno creato il marchio @nicethingspalomas 25 anni fa. Sono cresciuta con quello. I miei genitori mi hanno sostenuto per iniziare il mio proprio marchio, ma non era chiaro per me come volevo affrontare il mio progetto fino a quando ho cominciato a collegare il mio amore per la fotografia e la mia curiosità per l'arte con la moda.

 
 

Chi è la donna che indossa Paloma Wool?

Penso che sia una donna che apprezza una storia dietro di quello que indossa.

 

Quali sono alcune delle necessità che richiedi in giro per il disegno?

Abbiamo tutti questi vasi di vetro pieni di coloratissimi tessuti che vengono raccolti già da anni. Sono Indicatori
Mi piace anche avere una borsa di noci intorno :)

 
 
 

Se potessi scegliere una persona per disegnare una collezione chi sarebbe?

Simon Porte Jacquemus o Consuelo Castiglioni (Marni)


 

sally mustang

Ho trovato Sally attraverso Instagram qualche tempo fa e non potevo credere le meravigliose vibrazioni che io sentivoscorrendo le foto. Sally è la definizione di un figlio della natura. Aspiro a raggiungere il suo livello di apertura, l'attenzione e l'aura piena d’amore. Essendo così stimolante per me, ho deciso di intervistarla e qui è!

 

Se potessi scegliere un elenco dei 10 luoghi che hai viaggiato, cosa sceglieresti?

Oh, haha n realtà la metà di loro sarebbe in Australia. Ho trascorso un anno da sola viaggiando per tutto il mio bel paese, ed è stato incredibile

Speranza WA Australia, Jarvis Bay NSW Australia, Margaret River WA Australia, Australia Fraser Island, prom Wilson VIC Australia, India, Sri Lanka, Giappone, Isola del Sud della Nuova Zelanda, Indonesia

L’elenco continua…

 
 

Che ti piacerebbe fare a cinque anni?

Voglio insegnare alle persone ad essere felici :)

Voglio vedere gran parte di questo mondo e voglio creare cose belle e meravigliose.

 
 

Attraverso le tue immagini posso sentire l'atmosfera che vivi una vita sana? Se è così, quali sono alcuni elementi essenziali di quello stile di vita?

La salute è la tua ricchezza. Trascorro gran parte della mia giornata solo al mio corpo, mente e anima. Mi sveglio alle 5 del mattino per vedere l'alba e dormire alle 10 di sera quasi tutte le sere, in mezzo faccio yoga, corsa, surf, nuoto e la creazioni artistiche. :)

 
 

Vedo che hai uno stile bohemio, quale sarebbero le tue 5 migliori marche?

 

Amo la vendemmia ad essere onesta, acquisto ai negozi di possibilità, cambio il mio abbigliamento e la maggior parte dei miei vestiti gli ho ottenuto dai miei viaggi. Ho giubbotti africani, sari indiani e camicie di gruppi giapponesi.

 

 

Ho visto un po' della tua arte, come descriveresti il uo stile artistico? E quali sono i tuoi contenuti preferiti?

 

Hehe tutto è un po’ pazzo, questa domanda me la fanno un sacco, ma in realtà è diverso ogni volta. Sono nel mio mondo quando dipingo e, talvolta, ancora un po’ di uno stile, ma è davvero selvaggio, creativo e casuale. È assolutamente astratto e ispirato dai paesaggi che io ho visto.